Plumcake integrale alle mele

 Che dite ci vuole una fettina di  plumcake integrale alle mele per iniziare bene la settimana, no? :)

Potete mangiarlo senza sensi di colpa visto che è un dolce leggero: senza burro, senza uova e senza latte.

Ho sostituito il burro con l’olio di semi, il latte con il latte di soia e le uova con lo yogurt di soia.
Un plumcake vegano, insomma!

Per dare ancora più carattere ho aggiunto mele e nocciole, e ho sostituito parte della farina bianca con farina integrale, ma come al solito vi consiglio di sperimentare con gli ingredienti e con la fantasia.

Ci vedrei bene anche delle pere e delle gocce di cioccolato, della farina di farro integrale e dell’uvetta, oppure anche scorza d’arancia, cannella e noci.

Il risultato è un plumcake ‘rustico’, leggermente umido all’interno, morbido e profumatissimo.
Perfetto per colazione o merenda, insieme a una macedonia di frutta fresca o a uno smoothie.

E voi ce le avete delle ricette super collaudate senza senza senza (burro, latte e uova)?? Sono curiosa! :D

Plumcake integrale alle mele

Ingredienti
  • 150 gr di farina 00
  • 150 gr di farina integrale
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 125 gr di zucchero di canna + 2 cucchiai
  • 1 mela
  • 250 gr di yogurt di soia al naturale
  • 100 ml di olio di semi
  • 150 ml di latte di soia
  • un pizzico di sale
  • 50 gr di nocciole tritate

Procedimento

In una ciotola setacciate le farine, con lo zucchero, il pizzico di sale e il lievito, in un’altra mescolate lo yogurt, l’olio e il latte.
Unite i composti liquidi a quelli secchi mescolando velocemente.
Ungete con un po’ di margarina uno stampo da plumcake, infarinatelo e versate l’impasto all’interno.
disponete in superficie la mela sbucciata e tagliata a fette, guarnite con lo zucchero di canna e le nocciole tritate.
Infornate per 35-40 minuti a 180°.

Note: vi consiglio di unire gli ingredienti liquidi poco per volta e mescolare l’impasto, in modo da vedere la consistenza.
Potrebbero volerci più o meno liquidi a seconda dell’umidità e della capacità di assorbenza della farina utilizzata.

Follow:
  • Pingback: torta di mele e yogurt()

  • stefano

    Buona sera, nella ricetta Ingredienti manca il quantitativo di lievito e il tipo da usare. Vorrei provarlo ma non vorrei fare di testa mia per poi rovinare tutto quel ben di Dio!!!!

    • Cristina

      ciao Stefano, perdona la dimenticanza :)
      è sufficiente mezza bustina di lievito per dolci.
      Fammi sapere se lo provi, e se ti piace!
      A presto

  • Pingback: crumb cake alle mele, mandorle e uvetta | Zucchero&Sale()

  • TerrAral

    era squisitooooooooooooo!!!!:)
    fatto venerdì sera, mezzo sbafato a colazione di sabato e domenica, la metà rimasta è stata molto apprezzata da parenti (onnivori) che lo hanno preferito ad altri dolci domenicali ‘tradizionali’ (cioè non cruelty free)…una soddisfazione!:)
    davvero buonissimo! thanx!;)

    • Cristina

      Che bello! sono davvero felicissima che vi sia piaciuto! grazie mille per avermelo fatto sapere :)

  • TerrAral

    scusa Paolo ma bastava usare un po’ di margarina per ‘imburrare’ la teglia oppure come ho fatto io che la margarina non l’avevo bagnare con un po’ d’olio e poi infarinare, l’effetto è lo stesso….se posso permettermi secondo me hai snaturato tutto se hai usato ingredienti animali, il bello di questa ricetta era proprio il fatto che fosse ‘cruelty free’ :(
    oltre che colesterolo free!!!E non è cosa da poco, nè l’una nè l’altra!;)
    Io l’ho fatta, seguendo la ricetta originale qui trovata, e l’aspetto è fantastico…si è gonfiata benissimo e le mele sopra danno un aspetto davvero ‘sano’…..domattina saprò se è anche buona!;) slurp!

    • Cristina

      in realtà la colpa è mia che ho scritto di imburrare la teglia, Paolo mi ha solo fatto notare l’errore :)
      Cmq sono molto contenta che la ricetta ti sia piaciuta, sono curiosa di sapere se ti piacerà anche assaggiandola! :)

  • Paolo

    Plumcake Vegan “… imburrate e infarinate uno stampo…” :D

    Scherzi a parte, ho scoperto da poco il tuo blog ed ho scorso tutte le ricette, interessanti e ben presentate.
    Ieri l’altro avevo tempo e voglia e mi son buttato su questo plumcake.Non sono vegano e non avevo tutto in casa quindi mi son permesso delle modifiche.
    Farina di farro al posto della integrale, yougurt normale, latte normale, pinoli al posto delle nocciole, olio evo al posto di semi.
    E’ venuto ottimo, alto, morbido e croccante sopra per via dei pinoli precedentemente tostati. Bellissima l’idea degli spicchi sottili di mela infilati in verticale.
    Ti ho copiato persino la presentazione nel foglio con rafia rossa ad annodare nel mio caso.
    Unica pecca, nel mio, l’evo si sentiva un pò troppo, forse era meglio puntare sul burro… ad avercelo in casa però :D

  • Nonostante la leggerezza, questo plumcake è molto molto invitante. E le foto sono stupende!!
    Complimenti!! ;)
    Marco

    • Cristina

      Grazie mille Marco :)

  • Ciao Cristina,
    come promesso, ecco la mia versione di questo tuo plumcake.
    http://www.farinadigio.eu/2012/11/uno-spunto-che-diventa-spuntino/
    Come vedi ho preso spunto perché la torta è cambiata molto.. ma è sempre lei di base :P
    Era molto buona!

    A presto,
    Giorgia

    • Cristina

      ciao Giorgia,
      ma è bellissima!
      Complimenti davvero, e grazie per aver condiviso il link :)

  • Ma che meraviglia!!! Ha un aspetto meraviglioso, segnata la ricetta, grazie mille e buona settimana!!!

  • io ricette senza senza senza non ne ho!
    magari sono senza burro, tipo la 4/4 alla ricotta, o senza uova, tipo la torta con le banane e i frutti rossi… ma senza tutti e tre no!
    tocca provare questa!
    un bacione grande