Challah


challah

E’ bastato il primo fresco per farmi tornare prepotentemente la voglia di impastare, non che se ne fosse mai andata eh, però diciamo che con l’afa di agosto proprio non avevo le forze necessarie per sopportare 200° gradi in cucina…
Ora invece è un piacere distendersi la sera sul letto e sfogliare nuovi libri in cerca della ricetta da sperimentare, preparare tutti gli ingredienti necessari e vedere come l’impasto prende forma.
Ovviamente la mia scelta ricade spesso e volentieri su dolci da colazione, un po’ rustici (in questo caso ho usato metà farina bianca e metà integrale) e dal sapore piuttosto neutro, qui infatti c’è pochissimo zucchero, così se voglio posso concedermi una ‘spalmata’ di marmellata o nutella, anche se per il momento ho resistito ;)

Della challah avevo letto più volte qui e qui, nello specifico è un pane di origine ebraica, che ricorda un po’ il panbrioche, e mi aveva sempre affascinato quella sua forma intrecciata, così elegante…poi l’ho ritrovata su questo libro e mi sono finalmente decisa a prepararla.
Ecco sulla forma devo ammettere che mi toccherà lavorarci un po’ perché come si può notare a me è venuta tutta storta, però per il gusto posso dire che è davvero buonissima!
E’ una sorta di pane lievemente dolce, e in questo caso dal sapore di cioccolato fondente e mandorle, davvero gustoso!

Note: Io ho scelto di fare una lievitazione lunga (8h) in frigo, come ormai per me è consuetudine, ma se voi non avete tempo/voglia, potete benissimo aumentare la dose del lievito (fino a 25 gr se fresco, fino a 12 gr se usate quello disidratato) e vi basteranno un paio di ore.

Challah
Ingredients
  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina integrale
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 uova
  • 2 tuorli
  • 50 gr di zucchero
  • 40 ml di olio di semi
  • 160 ml di acqua tiepida
  • 2 gr di lievito di birra disidratato
  • 100 gr di gocce di cioccolato
  • 80 gr di mandorle a lamelle
Instructions
  1. In una ciotola mescolate le farine, il sale, il cioccolato e lo zucchero.
  2. In un’altra ciotola sciogliete il lievito nell’acqua (tiepida) e mescolate finchè si scioglie.
  3. Aggiungete le uova e un tuorlo e mescolate.
  4. Aggiungete gli ingredienti umidi a quelli secchi e cominciate a mescolare con un cucchiaio di legno.
  5. Aggiungete anche l’olio e mescolate fino all’assorbimenti.
  6. Coprite la ciotola e fate riposare per 10 minuti.
  7. Riprendete l’impasto e iniziate ad impastare con le mani, prendete prima un lato d’impasto e portatelo verso il centro, fate lo stesso con l’altro lato e ripetete.
  8. Coprite di nuovo e fate riposare 10 minuti.
  9. Riprendete l’impasto e impastate nuovamente.
  10. Trasferite l’impasto su di un piano leggermente infarinato e impastate fino a che non diventa compatto e non si attacca alle mani.
  11. Rimettetelo nella ciotola, copritelo con della pellicola e fate lievitare in frigo per 8 ore.
  12. Riprendete l’impasto lievitato, sgonfiatelo lievemente con le mani e lasciatelo per 15 minuti a temperatura ambiente.
  13. A questo punto dividetelo in tre parti uguali e stendetele alla stessa lunghezza.
  14. Formate una treccia e ponetela su di una teglia rivestita di carta forno.
  15. Spennellate con il tuorlo rimasto lievemente sbattuto e aggiungete in superficie le mandorle a lamelle.
  16. Lasciate lievitare oer circa 30 minuti e infornate in forno caldo a 200° per 30 minuti.
  17. Fate raffreddare, decorate a piacere con lo zucchero a velo e servite.

challa_2-2

Follow:
Cristina Vaghi

Mi piace cucinare, scrivere e fotografare e zucchero&sale è il mio piccolo contenitore di cose belle e buone.
Preparare da mangiare è il mio modo di prendermi cura delle persone che amo.

Find me on: Web | Twitter | Facebook

condividi il post