1   64
0   58
3   75
1   64
0   64
2   45
0   54
16   127
9   81
6   64

Barrette energetiche senza cottura

Nuovo appuntamento con la ricetta #healthy della settimana: oggi prepariamo delle barrette energetiche senza cottura, facilissime da fare e super buone.

barrette energetiche senza cottura

 

Ti basterà avere un buon mixer, la tua frutta secca preferita,  e 5-10 minuti di tempo, non di più.
Puoi  variare gli ingredienti secondo il tuo gusto, aggiungere spezie o anche cereali soffiati e in pochi minuti avrai uno snack super sano e energetico.
Puoi fare come me e mangiare queste barrette energetiche subito dopo la lezione di palestra quotidiana o semplicemente come spezza fame al mattino o pomeriggio.

Con una buona dose di proteine, data dalle arachidi e dai semi di chia, e  di  fibre e carboidrati grazie ai datteri, queste barrette sono complete e bilanciate.
Se poi ci aggiungi che sono anche senza glutine, senza lattosio, senza burro e senza zucchero...
Più sane di così, non si può!

 

Barrette energetiche senza cottura
Ingredienti (per circa 15 barrette)

  • 250 g di datteri medjool*

  • 250 g di arachidi al naturale

  • 75 g di cacao amaro

  • un pizzico di sale

  • un cucchiaino di cannella in polvere

  • 40 g di cocco grattugiato

  • 2 cucchiai di latte di soia

  • 1 cucchiaio di semi di chia

Procedimento
Elimina il nocciolo dai datteri e tagliali grossolanamente.
All’interno del mixer metti: datteri, cacao, cannella, sale, farina di cocco, semi di chia e arachidi e frulla fino a ottenere un composto granuloso.
Fai qualche pausa per non surriscaldare troppo il mixer e il composto.
Aggiungi ora il latte di soia e frulla nuovamente, fino a ottenere un composto sodo, leggermente appiccicoso.
Rivesti una teglia (20*20) con della carta forno, adagia l’impasto all’interno e schiaccialo bene fino ai bordi, aiutandoti con le mani o con il dorso di un cucchiaio.
Metti in frigo a riposare per almeno 2 ore.
Taglia le  barrette in pezzi da 30g e conservali in frigo coperti da pellicola fino a 2 settimane.

 

*  I datteri medjool sono da preferire rispetto ai più comuni datteri che si trovano in commercio, sia perché sono più grandi e ‘carnosi’ (e anche molto più buoni!) sia perché non presentano glucosio o altri conservanti, quindi sono decisamente più sani.
Ti consiglio di leggere sempre l’etichetta!

Se poi sei alla ricerca di altre idee per realizzare snack sani, trovi qualche idea nell’archivio del blog > QUI

Follow:
Cristina Vaghi
Cristina Vaghi

Cristina
Foodblogger e pasticcera professionista.
Creo contenuti digital e sul blog condivido le mie ricette di tutti i giorni, con trucchi e consigli per una cucina alla portata di tutti.

Find me on: Web | Twitter | Facebook