1   31
11   58
4   66
0   76
3   89
1   45
5   51
0   56
0   39
2   52

Panbrioche all’olio

Panbrioche all’olio

Oggi ho deciso di proporvi un panbrioche all’olio davvero sfizioso che io ho preparato la Vigilia di Natale e ho replicato lo scorso week end, e ha riscosso tutte e due le volte grandissimo successo.
panbrioche all'olio

La ricetta l’ho presa dal blog di Paoletta, una vera e propria garanzia per i lievitati.
L ‘ho servito con una salsa tonnata e una cremina di ricotta e erbe aromatiche, ma va benissimo anche con un filo di burro e del salmone affumicato, o con affettati vari.
Le dosi indicate sono per due stampi da plumcake, io ho anche provato a farne uno grande e con l’impasto rimanente ho fatto questi mini panbrioche all’olio che sono carinissimi anche come segnaposto, o per ravvivare il cestino del pane in occasione di una cena.

La ricetta è un pochino lunga, specie se come me decidete di utilizzare poco lievito, ma basterà organizzarvi e decidere in anticipo il giorno in cui prepararla, il giorno prima preparate l’impasto e quello successivo vi resta solamente la cottura.

Se vi avanza conservatelo in buste di plastica per alimenti, rimane morbidissimo anche dopo 3 giorni.
La ricetta originale prevedeva la farina 0, io non avendola ho usato la 00 ed è venuto ottimo lo stesso.

Panbrioche all’olio

Ingredienti (dosi per due stampi da plumcake)

Per il lievitino:

  • 60 gr. di latte

  • 60 gr di acqua

  • 100 gr di manitoba

  • 100 gr di farina 00

  • 1 cucchiaino di malto (in mancanza sostituire con miele)

  • 12 gr di lievito di birra (io ho messo 2 gr di lievito di birra disidratato)

Per l’impasto:

  • 150 gr di farina 00

  • 150 gr di manitoba

  • 50 gr olio evo

  • 1 uovo

  • 2 tuorli

  • 20 gr di acqua

  • 20 gr di latte

  • 30 gr di zucchero

  • 10 gr di sale

Procedimento
Preparare il lievitino: In una ciotola mescolare le farine e i liquidi, aggiungere il lievito, il malto o miele e impastare fino ad ottenere un impasto liscio.
Lasciar lievitare fino al raddoppio (1 ora – 1 ora e mezza)

Preparare ora l’impasto: mescolare le farine con i liquidi e le uova, aggiungere il sale e impastare e infine aggiungere lo zucchero e impastare nuovamente.
Prendere il lievitino, schiacciarlo bene e tirarlo con le mani, aggiungerlo all’impasto e lavorarlo finchè i due impasti non saranno perfettamente amalgamati (non ci devono essere più striature bianche)
Trasferire in una ciotola, far riposare 40 minuti e mettere in frigo dalle 4 alle 6 ore. ( se non avete tempo potete aumentare la dose del lievito fino a 25 gr e lasciate lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio, almeno 1 ora e mezza- 2)
Tirare fuori la ciotola e lasciare l’impasto a temperatura ambiente circa dieci minuti.
Sgonfiare un poco con le mani.
Dividere l’impasto in due e modellarlo fino ad ottenere un cilindro.
Rivestire due stampi da plum cake con carta forno, ungerla leggermente e mettere l’impasto dentro.
Lasciar lievitare ancora una mezz’ora.
Spennellare con poco uovo battuto e, se si desidera, e spolverare con i semi vari (io ho usato sesamo, papavero, lino e zucca)
Infornare in forno caldo a 220° per i primi 20 minuti, coprire poi con carta forno la superficie che sarà già bella dorata e proseguire la cottura a 180/190° per altri 20 minuti.

NOTE: Gli ingredienti liquidi (latte e acqua) potrebbero essere troppo pochi, se serve aggiungerne ancora a filo fino a che l’impasto non sarà lavorabile.

Siete alla ricerca di altri lievitati? Provate a dare un’occhiata sul blog nella sezione Pane & Focacce ;)
Follow:
Cristina Vaghi
Cristina Vaghi

Ciao! Sono Cristina.
Mi piace cucinare, scrivere e fotografare e zucchero&sale è il spazio felice, fatto di cose belle e buone.
Preparare da mangiare è il mio modo di prendermi cura delle persone che amo.

Find me on: Web | Twitter | Facebook