Piadine fatte in casa con lievito madre

Hai mai preparato le piadine fatte in casa con il lievito madre?
Per me è la prima volta, perchè sono sempre stata abituata a comprare quelle già pronte al supermercato.
Erano uno dei mie cibi preferiti durante gli anni del liceo e dell’università, dove ogni pasto era caratterizzato dal minor sbattimento possibile in cucina (so di non essere la sola), anche se devo ammettere che è tantissimo tempo che non le mangio più.
Complice il mio nuovo lievito madre da accudire (se hai persi il post su come farlo da zero, lo trovi  qui) ho voluto sperimentare e ti dico solo una cosa: FAVOLOSE.

Innanzitutto sono super semplici da preparare, il che le rende perfette per un pasto veloce o un aperitivo.
Poi sono estremamente goduriose, un po’ croccanti fuori, leggermente morbide all’interno.
Buonissime farcite come più ti piace, ma ti assicuro che anche mangiate da sole a piccoli morsi hanno il loro perchè ;).

Io le ho preparate con una farina di tipo 1 del Molino Pasini che ultimamente sto testando e il risultato mi è piaciuto parecchio.
Per un risultato ancora più ‘rustico’ puoi provarle anche con una parte di farina di tipo 2 o di farro, ma ricordati di aggiustare i liquidi a seconda del grado di assorbenza della farina che andrai a utilizzare.

piadine fatte in casa

 

 

Piadine fatte in casa con lievito madre
Ingredienti (per 4-6 piadine)

Procedimento

In una ciotola miscela la farina, l’acqua e il lievito madre e inizia a mescolare.
Raccogli il più possibile l’impasto formando una palla, aggiungi ora anche l’olio e il sale e impasta nuovamente, fino a ottenere un impasto omogeneo.
Copri con un canovaccio umido e lascia riposare per circa 20 minuti.
Riprendi l’impasto e taglialo in 4 o 6 pezzi, a seconda del risultato che vuoi ottenere (6 pezzi per piadine molto sottili, 4 pezzi per piadine leggermente più alte, come in foto.)
Aiutandoti con un matterello, stendi le piadine su di un piano infarinato.
Scalda una padella e cuoci le piadine per 5 minuti su ogni lato, girando spesso per non farle bruciare.
In cottura si formeranno le tipiche bolle sulla superficie, puoi romperle aiutandoti con una forchetta, per far fuoriuscire l’aria.

 

Se provi la ricetta, scatta una foto e caricala su Instagram targandomi (@zuccheroesale) sarò felicissima di vedere le tue creazioni e potrò ricondividerle nelle mie Stories!

Follow:
Cristina Vaghi
Cristina Vaghi

Cristina
Foodblogger e pasticcera professionista.
Creo contenuti digital e sul blog condivido le mie ricette di tutti i giorni, con trucchi e consigli per una cucina alla portata di tutti.

Find me on: Web | Twitter | Facebook